Accelerazione sui Rientri

MA A CHI CONVIENE??

Con una mossa a sorpresa l’azienda ha comunicato a tutte le organizzazioni sindacali la propria volontà di procedere dal 1 aprile con una “nuova” modalità di lavoro per i lavoratori attualmente in lavoro da remoto.

Si passerebbe a 2 possibilità:

– Rientro in sede definitivo

– Smart Working con alcuni giorni a casa ed altri in sede.

 

MANCA, COME SI PUO’ NOTARE

LA TERZA  OPZIONE RICHIESTA  DA SNATER:   

LA POSSIBILITA’ DI MANTENERE ANCHE L’ATTUALE SITUAZIONE DI CINQUE GIORNI SU CINQUE CON LAVORO DA REMOTO.

 

SNATER  CONTINUERA’ A SPINGERE AFFINCHE’

SI RIPRISTINI LA POSSIBILITA’ (volontaria)

DI MANTENERE

ANCHE L’ATTUALE MODALITA’ DI LAVORO !!!

 

Abbiamo il tempo per  far  cambiare posizione  all’azienda !!!

Comunque non riusciamo a capire :

  • Perché questa improvvisa accelerazione sul tema (manca più di un mese alla scadenza del periodo di emergenza).

Quale interesse abbia l’azienda a buttare al vento (sic!) questa sperimentazione (riuscita) di due anni di lavoro da casa.

A noi la cosa non ci quadra!!

Scarica il comunicato: 08-2022-02-28-SNATER-accelerazione-sui-rientri.pdf